Economiahome

CONSULTAZIONI AL QUIRINALE. BERLUSCONI:MAGGIORANZA DI CENTRO DESTRA O ELEZIONI ANTICIPATE

Di redazione. Berlusconi, accompagnato dalla delegazione di Forza Italia con il vicepresidente Antonio Tajani e i capigruppo di Camera e Senato Anna Maria Bernini e Maria Stella Gelmini, ha espresso il suggerimento formulato al Capo dello Stato  e le preoccupazioni per la crisi di Governo particolarmente grave perche’ aperta in un momento delicato, in cui il Paese deve affrontare una manovra da almeno 30 miliardi per evitare l’aumento dell’Iva. Ciò provocherebbe inesorabilmente un calo dei consumi, come si e’ verificato in tutti gli altri  Paesi che hanno aumentato l’imposta  con pesanti ripercussioni per famiglie ed imprese. Una manovra attesa dall’Europa dal momento che ci hanno trasformato in osservati speciali e non riferisco le frasi con cui Merkel e Junker hanno definito il precedente governo perche’ farebbero male a tutti”. Berlusconi avverte che, con una maggioranza tra Pd e M5S ci sarebbe il rischio di “un’imposta sulle donazioni e successioni alla francese con un prelievo che arriverebbe fino al 45%”. “In nessun caso – dichiara – Forza Italia e’ disponibile ad alleanze con chi abbiamo contrastato in campagna elettorale e che esprimono una visione del paese diversa e opposta. Dopo tanto avventurismo il Paese ha bisogno di un governo solido, stabile e coeso con un programma coerente e forte e con una legittimazione democratica. C’e’ bisogno di un esecutivo autorevole che restituisca al Paese una rispettabilita’ e una considerazione in Europa che oggi non ha. “L’Italia – ha proseguito Berlusconi – deve contare in Europa, come spetta di diritto ad un grande Paese fondatore dell’ Unione Europea. Siamo i continuatori, garanti, i testimoni della tradizione liberale, democratica, cristiana, garantista, della civiltà occidentale e dei suoi principi. Proponiamo il modello di centro destra, che governa oggi moltissimi comuni e regioni. Il Centro destra è la maggioranza naturale degli italiani, come confermato da tutte le tornate regionali e amministrative dell’ultimo anno e dalla molteplicità dei sondaggi degli ultimi mesi. L’Italia ha bisogno di un centro destra, moderno, credibile, capace di parlare all’intero Paese e di farsi ascoltare in Europa e nel mondo. Un centro destra con una chiara ed inequivoca vocazione atlantica ed europeista in grado di realizzare una serie politica di contenimento della spesa e del taglio delle tasse, una vera riforma delle istituzioni, che riconsegni l’effettiva sovranità agli elettori, una più forte tutela della sicurezza e della libertà dei cittadini anche attraverso la riforma dell’ordinamento giudiziario. Noi intendiamo salvare gli italiani dall’oppressione giudiziaria, fiscale e burocratica. Per realizzare tutto questo occorre costituire in parlamento una maggioranza di centro destra, che corrisponda al sentire degli italiani. Qualora non sia possibile la strada maestra è una sola: le elezioni anticipate”. Concludendo il Presidente Berlusconi, ha ricordato che ci sono in giro programmi che metterebbero a zero l’editoria televisiva e carta stampata da cui può venire un male grande.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *