costume e societàUncategorized

PRESENTATO AL SENATO IL PROGETTO MOVE4FREE. DE POLI: LO SPORT COME INCLUSIONE SOCIALE

Sport accessibile per disabilità. Presentato in Senato il progetto Move4Free, la prima palestra gratuita per persone disabili in Italia. Ad illustrare l’iniziativa Davide Meneghini, consigliere comunale di Padova, e Testimonial del progetto, Alessandro Masutti e Carlo Alberto Vicentini, rispettivamente Presidente e Vice Presidente, Associazione Life At Best ed il Senatore Questore Antonino De Poli, promotore dell’iniziativa di presentazione del progetto. A settembre, come ha dichiarato,  presenterà’ un disegno di legge per la promozione dello sport come strumento di inclusione sociale per le persone con disabilità. “Vanno cancellate le barriere architettoniche in primis, ma anche quelle culturali. Bisogna abbattere i muri dei pregiudizi per contrastare le discriminazioni”. Non si tratta infatti solo di eliminare le barriere architettoniche, ma soprattutto di offrire strumenti e personale preparato in modo da rispondere alle esigenze e valorizzare le potenzialità di ognuno. Insomma, luoghi in cui far lavorare il corpo, ma dove è anche possibile favorire le relazioni interpersonali facilitando l’inclusione sociale. Una grande conquista di civiltà e libertà del nostro Paese. Ricordiamo infatti, – ha dichiarato De Poli – che Padova, nel 2020  sarà Capitale Europea, del volontariato. E’ il segno che questa citta’ ha a cuore il valore della solidarieta’ e dell’attenzione alle persone.”Mi auguro che altre citta’ possano ‘imitare’ questa iniziativa con l’obiettivo di promuovere l’inclusione sociale a 360 gradi”, ha detto ancora De Poli. “In Italia, su un totale di 4 milioni di disabili, 270.000 svolgono attivita’ sportiva: si tratta del 7%, quindi di una fetta importante che rivendica il diritto all’inclusione sociale” Il Progetto infatti primo in Italia parte proprio da Padova. L’obiettivo come è stato annunciato dal Presidente dell’Associazione è coinvolgere il maggior numero possibile di strutture nel territorio nazionale in modo tale che quelle aderenti, dopo una verifica dei requisiti, possano riservare 4 ore di personal training alla settimana, totalmente gratuite. Come si può aderire al  progetto? Come spiegato da Vicentini, si potrà accedere al sito internet https://www.move4free.it registrandosi, avendo tutti i requisiti richiesti, affinché l’offerta di questo servizio GRATUITO possa essere ampia e distribuita in modo capillare sul territorio. Cio’ che serve  e’ un cambiamento culturale. Sport e disabilita’: un binomio possibile e vincente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *