costume e società

PRESENTATO IN SENATO IL PROGETTO CUORE BLU

Aiutare le persone che si trovano in una situazione di difficoltà e di disagio sociale. E’ la mission dell’Associazione ‘Medici in strada‘ che stamane, in Senato, su iniziativa del Senatore Questore Antonio De Poli ha presentato il progetto ‘Cuore blu’ , dedicato all’autismo. Il blu è il colore scelto dalle Nazioni Unite per contraddistinguere tutte le battaglie che riguardano l’autismo. E’ un’associazione, come è stato spiegato dal Senatore De Poli,  che nasce a Padova e si occupa di offrire informazioni e fare prevenzione sanitaria nei luoghi dove si verifica maggiore aggregazione o affluenza, con l’utilizzo di un camper attrezzato e di un team di medici e non medici, tutti volontari. E’ un servizio di volontariato, quindi prestato in maniera totalmente gratuita, da medici, infermieri, comuni cittadini che hanno a cuore questa missione. Tempo fa, leggevo la storia di Andrea, un ragazzo autistico di 21 anni che, rivolgendosi al padre, diceva: vorrei qualcosa che nessuna legge potrà mai realizzare: un amico. Serve un cambiamento culturale e l’iniziativa di Medici in strada va nella direzione giusta: grazie all’ippoterapia, questi ragazzi, oggi pomeriggio, sono stati  ricevuti presso la Caserma dei carabinieri ‘Salvo D’Acquisto’, a Roma, dove hanno svolto attività di avvicinamento al cavallo. “E’ un esempio che vorremmo diventasse la normalità”. Lo ha detto il senatore UDC Antonio De Poli che, oggi, in sala Nassirya, a Palazzo Madama, nel corso di una conferenza stampa, ha presentato le attività dell’associazione ‘Medici in strada’ e il progetto ‘Cuore blu’ dedicato all’autismo. Alla conferenza hanno partecipato fra gli altri Eleonora Caramanna (consigliera Ass. Medici in strada e presidente del Comitato ‘Mani unite per Padova’), Carmelo Lo Bello (pres. Ass. Medici in strada); Flavio Baretta (Ass. ‘Vivi autismo’); Francesca Tedeschi (Ass. ‘Io e il cavallo’), il maresciallo maggiore Fabio Tassinari (comandante Quarto reggimento a cavallo Arma Carabinieri) e il consigliere comunale di Padova, Luigi Tarzia. Le attivita’ dell’associazione rientrano nel progetto “Citta’ sane” dell’Organizzazione mondiale della sanita’ a cui ha aderito, fra gli altri, anche il Comune di Padova. “Nella scorsa legislatura – ha aggiunto De Poli – , è stata approvata la legge sull’autismo, alla quale ho contribuito con un ddl che è stato assorbito nel provvedimento finale. E’ un primo passo. La legge c’è: servono le risorse per ‘farla camminare’. Bisogna incentivare la ricerca, favorire un maggiore inserimento delle persone affette da autismo nella vita sociale e lavorativa. Bisogna aiutare le famiglie e coinvolgere le associazioni di volontariato”, ha concluso De Poli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *