Agroalimentare

LA GIORNATA MONDIALE DELL’ALIMENTAZIONE SIA ORGOGLIO PER LE IMPRESE ITALIANE

Pubblicato il

Domenico Cosentino, Presidente Nazionale di Siamo Impresa Agricoltura, annuncia fiero la giornata mondiale dell’alimentazione e della sovranità alimentare, che verrà celebrata domani 16 ottobre. Un motivo d’orgoglio per le 800 mila piccole e medie imprese italiane che sfidano quotidianamente, per mantenere vive le tradizioni del Made in Italy e la genuinità dei prodotti che la terra offre, la superficialità che sempre più caratterizza l’industrializzazione dell’agricoltura, che dietro alla logica di esportare ed essere competitivi, rischia di ridurre anche la terra a semplice merce da ‘vendere o comprare’. Il popolo della terra rappresentato da piccole aziende in prevalenza a conduzione famigliare rappresenta, dice con orgoglio Cosentino, “il vero custode del territorio e del made in Italy”. Poi aggiunge affranto: “sempre più, purtroppo, l’accesso a materie prime a basso costo ha consentito a grandi aziende agroalimentari ‘nazionali’ di sviluppare prodotti di qualità mediocre. L’industrializzazione dell’agricoltura diventa infatti a vantaggio di pochi che concentrano nelle loro mani molti capitali e risorse, questi individui acquistando a basso prezzo le materie prime producono poi, celandosi dietro alla garanzia del marchio made in Italy , prodotti di qualità non eccelsi e non degni di tale riconoscimento, che penalizzano quanti lavorano i campi col cuore, prendendosi cura dei frutti che la terra produce”.Proprio per questo conclude il Presidente Nazionale di Siamo Impresa Agricoltura nella giornata dell’alimentazione bisogna con forza affermare la necessità di produrre e consumare cibo sano e genuino, affinché il cibo di qualità e nutriente non diventi un lusso per un elité di compratori, a causa della differenza eccessiva nei prezzi, tra quanti, grandi industrie, sfruttano le materie prime a loro vantaggio, riducendo poi i costi di mercato, a discapito del bene prodotto, e quanti, le piccole e medie imprese, lavorando davvero con le materie prime eccelse si trovano a non poter comprimere eccessivamente i prezzi.Come Siamo Impresa Agricoltura continueremo, dice Cosentino: “ a sostenere, in ogni dove, la validità dell’ agricoltura contadina in una logica di difesa e promozione del Made in Italy”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *