DigitaleEconomiahome

CORONAVIRUS: DE POLI TUTELARE I PICCOLI NEGOZI CONTRO I BIG DEL COMMERCIO

Pubblicato il

Di redazione. “Bisogna promuovere a tutti i livelli il negozio di vicinato, le piccole attività commerciali che, più di tutte, soffrono il lockdown. E’ necessario contrastare la concorrenza sleale dei big del commercio on line attraverso un piano choc per le imprese del commercio con misure specifiche in grado di favorire i piccoli negozi e, allo stesso tempo, con una sospensione delle tasse, non per 2 mesi, ma per almeno un anno, con possibilità di rateizzare poi i pagamenti nell’arco di 6-8 anni, e infine, prevedere che i cosiddetti prestiti alle imprese arrivino con velocità, senza burocrazia”. Lo afferma il senatore Udc Antonio De Poli che, commentando i dati diffusi oggi da Confcommercio e dall’Ascom di Padova, aggiunge: “Il crollo dei fatturati delle imprese, nell’arco di un mese, ci preoccupa”. “In provincia di Padova si registrano diminuzioni in tutti i settori: dalla ristorazione all’abbigliamento e al settore alberghiero. Le stime del presidente di Ascom Padova, Patrizio Bertin, parlano di un -15% del Pil al mese a causa dell’emergenza. Purtroppo, il rischio è che, se non ci saranno aiuti diretti e veloci alle imprese, quando il lockdown sarà finito alcune non riapriranno più le saracinesche. La concorrenza del commercio elettronico è spietata: servono misure in grado di riequilibrare una giusta simmetria tra chi fa commercio sulla Rete che non ha subito alcun fermo e chi, al contrario, come i piccoli negozi, stanno patendo la crisi da coronavirus”. Adnkronos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *